Islanda COVID: aggiornamenti al 19 marzo 2021

COVID Islanda: requisiti per l’ingresso di viaggiatori vaccinati

Islanda COVID aggiornamenti: i passeggeri in arrivo che sono in possesso di documentazione valida che dimostri una precedente infezione o vaccinazione contro il covid-19 sono esentati da tutte le misure di screening e quarantena. Attualmente sono accettati solo test PCR positivi e certificati di presenza di anticorpi contro SARS-CoV-2 / COVID-19 da un laboratorio nell’area SEE / EFTA. Tutti coloro che presentano un certificato di vaccinazione internazionale valido per la vaccinazione completa con un vaccino approvato contro COVID-19 sono esentati da tutte le misure di screening e quarantena.

Requisiti per l’ingresso di viaggiatori non vaccinati a partire dal 1 Maggio 2021

A partire dal 01 Maggio 2021, i controlli di frontiera islandesi saranno in linea con il sistema a “semaforo”, utilizzando i dati pubblicati settimanalmente dall’European Centre for Disease Prevention and Control.

I requisiti per l’ingresso varieranno a seconda della nazione di partenza dei passeggeri.

Il 1 ° maggio saranno prese misure caute per allentare le restrizioni se la situazione epidemiologica lo consentirà a livello internazionale. Con i programmi di vaccinazione in corso in tutto il mondo, si prevede un graduale miglioramento della situazione, che aprirà possibilità di facilitare gli spostamenti dalle aree in cui la pandemia è sotto controllo, pur mantenendo le restrizioni ai viaggi dalle aree in cui la situazione richiede tali precauzioni.

Il governo islandese prevede che la vaccinazione ridurrà gradualmente il rischio derivante dalla pandemia, mentre gli sforzi per contenere la diffusione del virus rimangono di fondamentale importanza. Alla luce di ciò, le misure alle frontiere saranno riviste mensilmente, principalmente allo scopo di attuare l’allentamento delle restrizioni se la situazione lo consente.

Codifica a colori al confine questa estate

Dopo il 1 ° maggio le misure alle frontiere si baseranno sui dati regolarmente aggiornati pubblicati dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. I paesi saranno valutati in base al rischio in zone verdi, arancioni e rosse in base alla situazione epidemiologica. Considerando la posizione geografica unica dell’Islanda, le misure alla frontiera saranno molto probabilmente più rigorose di quelle prescritte dall’UE, almeno inizialmente. I passeggeri provenienti da paesi a basso rischio saranno esentati dalla quarantena e da un secondo screening se possono fornire la prova di un test PCR negativo prima della partenza.

La classificazione in categorie di rischio si baserà sulle raccomandazioni dell’UE:

  • Tasso di incidenza a 14 giorni
  • Tasso di positività
  • Tasso di test

 La valutazione del rischio si baserà sui seguenti criteri:

  • Verde significa che il tasso di incidenza a 14 giorni è inferiore a 25 per 100mila abitanti e meno del 4% dei test è positivo.
  • Arancione significa che il tasso di incidenza a 14 giorni è inferiore a 50 per 100mila abitanti, ma il tasso di positività supera il 4%; oppure il tasso di incidenza a 14 giorni è compreso tra 25 e 150 ma il tasso di positività è inferiore al 4%.
  • Rosso si applica se la situazione è più grave.

 

Le regole che si applicheranno a ciascuna categoria di rischio dopo il 1 ° maggio sono:

covid islanda

Islanda COVID: la notizia è fresca di pubblicazione ed ancora in divenire ma, se tutto procede nel verso giusto, l’Islanda permetterà il libero ingresso dei viaggiatori che risultano vaccinati o con anticorpi al virus.

islanda covid islanda

Allentamento delle restrizioni il 1 ° maggio

Il 1° maggio saranno prese misure prudenti per allentare le restrizioni ai confini, in base alla situazione epidemiologica al punto di partenza del passeggero. Fino ad allora, rimarranno in vigore le restrizioni in base alle quali tutti i passeggeri devono sottoporsi a un test PCR all’arrivo in Islanda, seguito da una quarantena di 5–6 giorni e da un secondo screening alla fine del periodo di quarantena.

Inoltre, dal 13 gennaio, i bambini nati nel 2005 o successivamente devono entrare in quarantena insieme ai loro genitori o tutori dopo essere entrati in Islanda ai sensi di un nuovo regolamento su quarantena, isolamento e test al confine islandese per combattere COVID-19.

COVID Islanda

I passeggeri in arrivo che hanno una documentazione valida che dimostri una precedente infezione o vaccinazione contro COVID-19 saranno esentati da tutte le misure di frontiera.

Tutte le ulteriori informazioni possono essere trovate su Covid.is

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

RIEMPI IL FORM e CLICCA su INVIA:

    Ho preso visione dell'Informativa Privacy Reg. EU 679/16 e presto il consenso al trattamento dei dati