Viaggio in India

Assam e Arunachal Pradesh – Myoko Festival

Viaggio in India Assam e Arunachal Pradesh per assistere al Myoko Festival. Numerose minoranze etniche sono presenti negli stati indiani dell’ Assam e dell’ Arunachal Pradesh (territorio quest’ultimo ancora rivendicato dalla Cina). Popoli da sempre isolati nelle valli himalayane conservano culture e tradizioni dove buddismo, animismo e induismo convivono con recenti conversioni al cristianesimo. I loro tratti somatici sono di evidente origine dal ceppo mongolo e tibeto-birmano, con occhi a mandorla e carnagione chiara.

Essi hanno ancor oggi uno stile di vita in stretto contatto con gli elementi naturali in uno degli ultimi paradisi asiatici, tra montagne verdi piene di foreste e bambù, terrazze coltivate a riso baciate dal sole e gli affluenti himalayani del lunghissimo fiume Brahmaputra. La parte finale del viaggio in Assam ripercorre lo stesso itinerario utilizzato dal Dalai Lama per fuggire dal Tibet invaso e rifugiarsi a Dharamshala. Questo viaggio in India è pensato per apprezzare la cultura ancestrale di lontane popolazioni in territori marginali e sconosciuti dell’India, in occasione di una importante ricorrenza rituale.

 

dal 17 MARZO al 02 APRILE 2020

* Voli esclusi, prenotazione su misura

 

viaggio in india Assam Arunachal Pradesh Myoko FestivalViaggio in India Myoko Festival

[tg_program title=”1° Giorno” place=”Dibrugarh”]Partenza da aeroporti italiani con voli per Dibrugarh, via Delhi/Calcutta. Notte in volo.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”verso Jorhat”]

[tg_program title=”2° Giorno” place=”Dibrugarh – Jorhat”]Arrivo a Dibrugarh nell’Assam indiano. All’arrivo sistemazione in hotel. Jorhat è città di confine con lo stato dell’ Arunachal Pradesh, punto di imbarco per il traghetto che porta all’isola di Majuli; è stata l’ultima capitale del Regno Ahom; ne resta traccia in alcuni monumenti storici della cultura assamese.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”direzione isola di Majuli”]

[tg_program title=”3° Giorno” place=”Johrat – Majuli”]Partenza per il molo di Neematighat e imbarco sul traghetto che in circa un’ora ci porta sull’isola di Majuli. La più grande isola fluviale del mondo,. L’isola, a rischio di erosione costante per causa del potente e instabile Brahmaputra, è il principale luogo di pellegrinaggio di Vaishnaviti, sin dall’ età del Regno Ahom. Diversi Sattra (monasteri indù), immutati nelle loro architetture medioevali, sono ancora oggi sotto la giurisdizione diretta di locali Satradhikar, custodi della cultura Vaishnavista, Durante la giornata avremo modo di visitarne alcuni e conoscere lo stile di vita, lavoro e preghiera dei monaci Bhakat che si occupano di mantenimento dei Sattra. Sistemazione e pernottamento in un semplice e confortevole lodge, dotato di servizi privati.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”la vita di Majuli”]

[tg_program title=”4° Giorno” place=”Majuli”]Al mattino ancor prima di colazione è consigliata una passeggiata ai bordi del fiume, che scorre proprio in vicinanza del lodge: l’aria cristallina e frizzante tra le reti dei pescatori e la presenza di una ricca avifauna, ci renderà più disponibili per apprezzare le visite previste in questa giornata; visitando alcuni satra conosceremo la locale tecnica artigianale di creazione di maschere, assisteremo a coinvolgenti danze religiose e passeremo del tempo tra la popolazione di un villaggio tribale. Rientro al lodge e pernottamento.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”la celebrazione del Myoko Festival”]

[tg_program title=”5° Giorno” place=”Majuli – Ziro”]Ancora con un traghetto raggiungiamo la riva nord del Brahmaputra e ci troviamo così nell’Arunachal Pradesh. Trasferimento a Ziro. Sistemazione in hotel. Oggi è giorno di festa: si apre il grande evento del Myoko Festival, che la popolazione Apatani celebra ogni anno in marzo, con molta partecipazione di popolo per invocare la fertilità dei raccolti, rinsaldare i vincoli familiari all’interno del clan e stringere accordi commerciali o matrimoniali tra i vari villaggi. La festa si incentra soprattutto sul sacrificio rituale di animali da cortile, rito presieduto dallo Sciamano locale. Danze e festeggiamenti proseguono per giorni, con processioni in abiti tradizionali.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”villaggi tribali”]

[tg_program title=”6° Giorno” place=”Ziro”]Passiamo l’intera giornata del viaggio in India visitando Ziro e i villaggi Apatani dei dintorni, mentre continuano i rituali del Myoko: ci troviamo al centro di una delle zone tribali più interessanti dell’ Arunachal Pradesh: un vasto altopiano coronato da boschi di conifere: è il regno degli Apatani, tribù di costumi assai singolari: gli uomini anziani ancora acconciano la loro lunga capigliatura in alti chignon, tatuandosi poi il volto. Anche le donne usano tatuaggi rituali e in più, caratteristica davvero unica, inseriscono neri dischi di legno alle narici. L’economia locale sfrutta l’abbondanza idrica anche per un intelligente sistema di pescicoltura.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”continuano i festeggiamenti del Myoko Festival”]

[tg_program title=”7° Giorno” place=”Ziro”]Sveglia all’alba per assistere ai festeggiamenti nei villaggi dei dintorni di Ziro. Dopo 2 o 3 ore ritorno in hotel per la prima colazione. Dopo un po’ di riposo visitiamo il Centro Artigianale con esposizione di tessuti prodotti su telai a mano, utensili di produzione locale. In seguito si fa sosta al piccolo ma interessante museo locale. Nel pomeriggio proseguiamo le nostre visite ai villaggi dove continuano i festeggiamenti del Myoko Festival. Ritorno in hotel e pernottamento.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”verso Itanagar”]

[tg_program title=”8° Giorno” place=”Ziro – Itanagar”]Giornata di trasferimento a Itanagar. All’arrivo sistemazione in hotel. Nel pomeriggio si visita il Museo Statale, quindi alcuni Gompas e monasteri.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”lungo le piantagioni di tè”]

[tg_program title=”9° Giorno” place=”Itanagar – Nameri National Park”]Trasferimento lungo le pianure dell’Assam, tra le vaste piantagioni di tè la cui vista ci accompagna per lunghi tratti. Si prosegue poi verso nord per raggiungere il Nameri National Park. All’arrivo sistemazione nel complesso tendato chiamato Eco Camp. Nel tardo pomeriggio è possibile fare una passeggiata nella natura sulle rive del fiume Bhorelli che scorre vicino al campo. Cena e pernottamento.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”alla scoperta del Parco Nazionale di Nameri”]

[tg_program title=”10° Giorno” place=”Nameri”]La mattina presto scendiamo sul lungofiume e proseguiamo a bordo di canoe per attraversare l’area centrale del Parco. Il trekking è accompagnato da esperti naturalisti e guardie forestali. Le guide preparano poi la colazione da consumare sul posto. A fine mattinata rientro all’Eco Camp per il pranzo. Nel pomeriggio trasferimento in auto per circa 25 km a monte del fiume. Discendiamo quindi a bordo di gommoni per un rafting tranquillo e mai eccessivamente pericoloso. Galleggiamo per circa 2 ore osservando esemplari di avifauna lungo la riva. Rientro nel pomeriggio al lodge e pernottamento.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”verso le alte montagne”]

[tg_program title=”11° Giorno” place=”Nameri – Dirang “]Trasferimento in auto verso il confine tra Assam ed Arunachal Pradesh. Sbrigate le brevi formalità proseguiamo su percorso collinare attraversando la città di Bomdila posta a oltre 2400 mt. Il paesaggio cambia in modo quasi drammatico dalle vaste pianure dell’Assam alle alte montagne. Dopo aver effettuato il check-in nel nostro hotel, ci dirigiamo a breve distanza verso la splendida valle del Sangti, dove si incontrano coltivazioni di kiwi e mele nei pressi di un piccolo villaggio tribale.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”in alta quota”]

[tg_program title=”12° Giorno” place=”Dirang – Tawang”]Il viaggio in India prosegue in auto per arrivare ai 4200 mt del Passo Sela, il più elevato punto carrozzabile nell’ India nord-orientale, prima di scendere a Tawang posta a 3100 mt. Lungo l’itinerario si trova lo Jaswantgarh, un monumento ai caduti della guerra indo-cinese e le splendide cascate di Nuranang. Questo percorso, è pieno di splendide viste sulle alte vette e sulle grandi vallate che lo rendono scenicamente molto gratificante.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”il monastero di Tawang”]

[tg_program title=”13° Giorno” place=”Tawang”]Al mattino si effettua la visita del monastero di Tawang, vecchio di oltre 400 anni dove assistere alle funzioni religiose dei lama intenti ai loro riti. Si prosegue con la visita dell’ Ani Gompa. A Tawang nacque il sesto Dalai Lama, la sua casa natale è oggi un monastero venerato, piccolo ma pieno di carattere. Nel pomeriggio visita di un villaggio tribale di Monpa. per passeggiare nel mercato e magari acquistare prodotti dell’ artigianato locale.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”verso Bomdila”]

[tg_program title=”14° Giorno” place=”Tawang – Bomdila”]Giornata di trasferimento a Bomdila, Sistemazione in hotel quindi visita del gompa e del mercato locale.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”tra colline e pianura”]

[tg_program title=”15° Giorno” place=”Bomdila – Guwahati”]Trasferimento seguendo una strada che si snoda tra le colline per la prima parte del percorso, poi per gli ultimi 130 km si procede più speditamente su terreno pianeggiante fino a Guwahati. Sistemazione in hotel.[/tg_program]

[tg_header subtitle=”Arrivederci India”]

[tg_program title=”16° Giorno” place=”Guwahati – rientro”]Al mattino si visita il venerabile tempio Ma Kamakhya posizionato su una alta collina che sovrasta il fiume Brahmaputra. In seguito trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno. Notte in volo. Arrivo previsto il giorno successivo nell’aeroporto di partenza.[/tg_program]

Contattaci per maggiori informazioni o scopri altri nostri viaggi in India e Buthan.